Blog: http://clos.ilcannocchiale.it

>UN VOTO REPUBBLICANO - 4

Sarò un coglione, ma il mio interesse è quello di votare Rosa nel Pugno per almeno tre motivi che vanno anche oltre all'affinità con le priorità programmatiche.

1-Emma Bonino è l’unico vero politico italiano di levatura internazionale.
Il suo impegno da Commissario europeo, la sua conoscenza del mondo arabo e africano,
le battaglie radicali per la libertà nel sudest asiatico, le danno un vero prestigio d’azione internazionale che nessun altro può vantare. Votare Rosa nel Pugno significa rafforzare questa componente all’interno del centrosinistra e chiedere per Emma Bonino un importante ruolo istituzionale. Tutto questo significa schierare per il bene dell’Italia un personaggio di sicura, riconosciuta e affidabile levatura.

2-Maggiore circolazione di idee nel nuovo Parlamento. Un deputato o un senatore in più o in meno per Ds, Forza Italia, Margherita o Alleanza nazionale non fa alcuna differenza. Un deputato o un senatore in più o in meno per la Rosa nel Pugno, nell’ottica di riuscire ad ottenere il gruppo parlamentare, dà maggiore forza e consistenza ad una lista che è garanzia di circolazione di idee e dibattito in entrambe le camere. Anche solo discutere, nella massima agorà del Paese, dei temi proposti dalla Rosa nel Pugno, al di là della convinzione o meno personale sul merito, è elemento di arricchimento democratico per tutti i nostri rappresentanti. Dibattere di temi che altri mai proporrebbero è occasione e opportunità di impegno e passione civile.

3-Rispetto delle regole. Lo sciopero della fame e/o della sete sarà pure uno strumento di lotta politica logoro, abusato, ormai ininfluente e detestato dalla maggioranza degli italiani. Resta il fatto che comunque nel corso degli anni i Radicali hanno dato battaglia al calpestamento delle regole (indipendentemente poi dalla loro condivisione o meno) chiedendo che venissero risolte situazioni di violazione (dal plenum della Corte costituzionale a quello della Camera dei deputati, che per tutta questa legislatura non ha visto i rappresentanti di ben undici circoscrizioni uninominali, circa due milioni e mezzo di cittadini). Votare Rosa nel Pugno significa portare nelle istituzioni guardiani del rispetto delle norme che stanno alla base della nostra Repubblica.

Pubblicato il 5/4/2006 alle 16.42 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web