Blog: http://clos.ilcannocchiale.it

>BATMAN COMINCIA COSÌ COSÌ

Preferiamo l’uomo pipistrello con il mascellone, che questo qui con i capelli leccati e la voce cattiva. Preferiamo i suoi nemici tradizionali, romantici e malinconici, che un insieme indistinto di criminalità organizzata, sette new age pseudotibetane su terreno islandese, gas allucinogeni e microonde a spasso sulla monorotaia. Preferiamo la sfuggente icona gay, che questo sbarbatello che si compra l’hotel per tuffarsi nell’acquario con due sciacquette dall’accappatoio bianco. Preferiamo la prima parte, quella del montaggio alternato mai frettoloso e sempre corretto, che non ha bisogno di altro e che forse diverte proprio per questo, piuttosto che una seconda parte dove nessuno può muovere un dito senza prima che Nolan abbia messo la didascalia per spiegare a tutti quello che sta per succedere. Preferiamo Katie Holmes, molto meglio di quello che pensavamo e molto meglio di altre pupe sue colleghe, che un Christian Bale che continua a mettere in scena solamente grandi interpretazioni fisiche. Preferiamo Gary Oldman, Tom Wilkinson, Rutger Hauer, che una sceneggiatura di dialoghi imbarazzanti e involontariamente comici. E alla fine preferiamo pure il finale copiazzato e copiazzato anche male, rispetto a un film che coinvolge molto meno del tanto chiasso che fa.

Batman Begins (id., Stati Uniti, 2005, sala)
Regia di Christopher Nolan

Pubblicato il 26/6/2005 alle 12.42 nella rubrica Cinemio.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web